INDAGATA ILARIA CAPUA, VIROLOGA E DEPUTATA DI SCELTA CIVICA: MA E’ UNA RIVISITAZIONE

Traffico Internazionale di virus. Pesantissime accuse per la scienziata, il marito ed altre 38 persone. Tutto archiviato. Ma il web tira fuori la memoria togliendo la data e tutto sembra attuale.

Sembrano gravi le accuse che corrono sul web in questi giorni per Ilaria Capua, ex deputata di Scelta Civica, ex responsabile del Dipartimento di Scienze Biomediche comparate dell’Istituto Zooprofilattico sperimentale delle Venezie con sede a Legnaro, e Scienziata di livello internazionale: “associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, all’abuso di ufficio e traffico illecito di virus”. A darne notizia a suo tempo era stato il settimanale “L’Espresso” che rivelava l’esistenza di un’ inchiesta dei carabinieri del Nas e della procura di Roma su un traffico internazionale di virus, che lasciava interdetti. Il risultato degli accertamenti dei Nas avrebbe portato il Procuratore aggiunto di Roma, Giancarlo Capaldo, a ipotizzare gravissimi reati. La Capua e alcuni funzionari dell’Izs iscritti nel registro degli indagati, assieme a 3 manager di un’Azienda Farmaceutica furono scagionati. Con la Capua fu indagato anche il marito, ex manager di un’azienda attiva nella produzione veterinaria, insieme ad altre 38 persone. La Capua delusa da quell’esperienza, lasciò l’Italia e oggi lavora in Florida. Divenuta famosa durante il covid, spesso interviene come ospite di Floris nel programma televisivo Di Martedì.