GIANVITTORIO VACCA, IL FAMOSO PITTORE ED ARTISTA DI ALGHERO, È DECEDUTO IL 27 OTTOBRE

Editoriale di Graziella Marchi

Parlo in prima persona, dopo aver appreso oggi, della perdita di GIANVITTORIO VACCA, caro amico, grande artista nella realizzazione di quadri “magici”, per la sua capacità di dipingere il mare, i coralli, che visti in un’ altra dimensione sono anche volti di donne.

Lo conobbi con la moglie Iliana Carcangiu, nel Corso Vittorio Emanuele di Cagliari, in una delle 4 gioiellerie sarde di gioielli di Coralli di Alghero e pietre dure. Gioiellerie che portavano il suo nome stilizzato “GV”, nei colori rosso e bianco, dove noi cagliaritane abbiamo di sicuro comprato almeno una collana, che ancora oggi custodiamo in un cassetto.

E chissà quanti di noi possiedono un suo quadro ricco di colori d’estate, di cielo, di luce, di mare, di vacanza, di Poesia. La sua scomparsa, appresa oggi, mi lascia un senso di tristezza, di pensiero di solitudine verso la cara Iliana, sua moglie, che con lui realizzava i gioielli, e gli viveva accanto amorevolmente.

Caro Gianvittorio, mi dispiace davvero non averti potuto salutare. Nella mia camera ho un tuo quadro, dipinto d’ azzurro e di coralli. Ti salutero’ a modo mio e ti ringrazierò della tua lunga amicizia, con una sorpresa, e sarà un modo per farti ricordare da tutti, con l’ arte, che tanto amavi.

Un quadro con coralli rosa e rosso e pietre dure del Pittore GIANVITTORIO VACCA