SANREMO2024: SICUREZZA

Foto e testi di Graziella Marchi – ogni riproduzione è vietata

Sono 250 gli uomini e donne, tra Polizia, Carabinieri, GDF, oltre 230 steward della RAI, in campo in questa 74esima edizione del Festival di Sanremo, che dovranno garantire la Sicurezza prima e durante la settimana festivaliera.

La macchina è stata messa a punto martedì 30 gennaio, con tutti i sopralluoghi necessari, con la guida del Prefetto di Imperia Romeo, del Questore Peritore, dei vertici provinciali e cittadini delle Forze dell’ Ordine, dei Vigili del Fuoco e della Delegazione della RAI.

La Capitaneria di Porto, invece, provvederà esclusivamente alla vigilanza legata,alla presenza della nave della Costa crociere Costa Smeralda, che rimarrà in rada per tutta la settimana della Kermesse.

Ma c è una novità rispetto agli anni passati: la sorveglianza sarà 24 ore su 24, vista anche la trasmissione di Fiorello in onda, in diretta, subito dopo ciascuna puntata del Festival di Sanremo, che quindi non sappiamo a che ora terminerà, vista la partecipazione, molto nutrita, di ben 30 cantanti in Gara.

Il Servizio di Sicurezza privato della RAI è stato affidato, invece, da 5 anni ad una Società delle Marche, che presidia, insieme alle Forze dell’ Ordine, tutti i varchi intorno al Teatro Ariston, con metal detector.

Saranno schierati anche gli specialisti della Polizia Postale, con il compito di proteggere il Festival da attacchi hacker, insieme ai Reparti antiterrorismo, i Reparti mobili e le Unità Cinofile addestrate a fiutare gli esplosivi. La Sala Operativa Interforze verrà allestita in commissariato. Si potrà contare sul sistema di videosorveglianza cittadina.

I varchi della cosiddetta Zona Rossa sono 9. Quando invece attiene l’ aspetto sanitario dentro l’ Ariston sarà allestito dall’ ASL un punto di primo intervento con un Medico del 118, 2 Rianimatori ed un Cardiologo, attivo fino al termine del Dopofestival di Fiorello ” Viva Rai2″.